IL GRANDE CAMBIAMENTO DEL 2012 E' RAPPRESENTATO DAL FATTO CHE POCHE ANIME SI RENDERANNO CONTO CHE TUTTO CIO' IN CUI AVEVANO CREDUTO FINO AD OGGI IN REALTA' NON E' MAI ESISTITO.
Barbara



SCRITTI CHE FANNO BENE ALL'ANIMA

Se uno di questi scritti ti ha in qualche modo arricchito, non esitare a passarlo a qualcuno a cui potrebbe essere utile, questo si chiama Amore

Barbara







martedì 1 agosto 2017

UMANI AMATEVI MA SOPRATTUTTO ACCETTATEVI Il grande popolo dei Deva.




UMANI AMATEVI MA SOPRATTUTTO ACCETTATEVI
Il grande popolo dei Deva.

Non serve a nulla creare degli stereotipi di persone a cui volete assomigliare.
Voi siete così come siete.
Il primo grande passo verso il cambiamento è l’ACCETTAZIONE.
Accettare che per ora è così.
Se foste tutti perfetti non sareste lì ma in un’altra dimensione.
Siete sulla Terra per imparare, per sperimentare, non importa se in un modo positivo o negativo, il giudizio dipende dalla vostra mente.
Noi vi amiamo comunque, sia che siate belli, meno belli, grassi o magri, simpatici o antipatici, noi proviamo Amore Assoluto verso di voi.
Dovreste farlo, sia nei confronti di altri esseri umani che nei confronti di altre specie.
L’uomo non può amare la Natura se è troppo preso da se stesso, dal proprio ego, se è troppo impegnato ad insegnare agli altri umani come essere come lui perché si sente migliore.
Per esempio, tra il Popolo degli Alberi non esiste una gerarchia, un albero grande non dirà mai all’albero piccolo “Tu sei piccolo, perché non cresci come ho fatto io?”, ma dirà semplicemente: “Mettiti accanto a me, godi della mia energia e crescerai forte e robusto e se non accadrà io sarò sempre qui al tuo fianco comunque”.
Noi, nel mondo della Natura ci sosteniamo tantissimo, questo accade perché non abbiamo mai e poi mai secondi fini.
Il vostro ego  è nato nel momento in cui l’uomo ha messo piede sulla Terra, perciò a nulla serve cercare di eliminarlo.
È parte integrante di voi, invece di cercare di oscurarlo illuminatelo e i suoi effetti saranno più lievi.
Sarebbe come creare un albero senza foglie.
Il vostro ego vi serve, solo che lo usate spesso nel modo errato.
L’ego vi serve per migliorarvi, per spronarvi, per stimolarvi.
Ma non dovete usarlo a scapito di altre creature, deve rimanere una cosa intima, personale, come la corteccia per i nostri tronchi.
A nulla serve che cerchiate di raggiungere la perfezione perché non esiste, qualunque essere umano sulla Terra è sottoposto alle leggi umane, perciò se decidete di seguire un leader sappiate che prima o poi vi deluderà perché anche lui è su questa Terra per apprendere.
Perciò quando  vi schierate a favore o contro un certo argomento create separazione, imparate ad esercitare il distacco.
Quando i piccoli animali arrivano e danneggiano i nostri tronchi noi non ci arrabbiamo, anzi iniziamo a cooperare perché solo così possiamo convivere in maniera pacifica.
Se ciò che accade ora sulla Terra è diventato pesante per voi, in realtà non state cooperando, vi siete schierati.
Noi trascorriamo la nostra esistenza osservando ciò che accade attorno e non giudichiamo mai poiché ognuno fa ciò che può.
Voi siete spinti da un dio che si chiama denaro. Fate tutto in funzione di esso ed è diventato molto potente.
Senza denaro non vivete. Questa è la vostra solita affermazione.
Avete distrutto molte aree verdi in nome suo ma non per questo la Natura vi odia, anzi, prova molta compassione e attende, attende che voi vi rendiate conto di ciò che sta accadendo perché spesso sembra che non siate ben lucidi.
Il sistema vi sta accecando ma non per questo dovete farvi travolgere.
Cercate di trascorrere più tempo che potete immersi nel verde, dove tutto tace, dove nessuno vi bombarda il cervello di notizie, smettete di seguire falsi leader che predicano la perfezione mentre nel loro privato sono completamente diversi.
Voi dovete fare solo ciò che desiderate!
Questo vale in ogni ambito, finchè non ragionate con la vostra testa, la vostra testa ospiterà le idee degli altri e in questo modo vi renderanno schiavi.
Perché non riesci ad amarti?
Perché non ti accetti.
Perché non ti accetti?
Perché nella tua testa ci sono i pensieri degli altri, non i tuoi.
Sgombra la mente, medita, prega, passeggia nel verde e liberati dalla spazzatura di pensieri ed inizia a ragionare da solo, senza farti influenzare da alcuno.
Noi Deva, Spiriti della Natura, abbiamo una caratteristica che ci accumuna:
la sincerità, l’onestà, l’essere come siamo.
Noi non possiamo mentire.
Questo perché non abbiamo una mente, i nostri “ragionamenti” partono dalla nostra anima e arrivano al cuore, senza essere filtrati dalla mente.
La vostra mente è il risultato di tutte le esperienze, sia vostre che degli altri, di conseguenza crea un gran fragore.
Imparate ad ascoltare di più il vostro istinto, ad affidarvi ai vostri sensi.
Avete dimenticato i vostri sensi ed è un peccato.
Perfino ai bambini insegnate ad assopire i sensi, per mezzo di computer, tv, ecc., questo perché è più comodo anche per voi perché siete stanchi, siete spesso molto stanchi.
Perché lo siete?
Perché pensate troppo.
L’80% della vostra energia viene usata per alimentare la mente.
Noi alberi viviamo tanto perché non abbiamo una mente!
Smettete di seguire qualsiasi leader umano ed iniziate ad accettarvi, poi arriverà l’amore verso voi stessi.
Finchè non vi accettate non potete amarvi poiché l’accettazione è una resa della mente.
Se non vi è resa della mente a nulla serve l’amore del cuore, rimane tutto finzione.
Quando qualcuno vi dirà: “Sii come me, io lavoro molto su di me, mi prendo cura del mio corpo, mangio bene, faccio esercizio fisico ecc.”
Voi chiedetegli “Come allevii la tua mente?”
Sicuramente ti risponderà che governa bene la sua mente e userà parole per convincerti.
Ma tu ricorda una cosa: la mente c’è e non va governata né compresa, né educata, la mente, come ogni altra parte del vostro corpo, va ACCETTATA.
Solo nel momento in cui sarà stata accettata non ci sarà più bisogno di manovrarla, educarla, redimerla e così anche l’ego sarà meno forte.
Non potete far sparire la mente e l’ego perché sono parte di voi, però potete accettarli dando loro meno potere.
Noi Alberi non soffriamo se siamo troppo grossi, troppo piccoli, brutti o belli, semplicemente accettiamo che è così.
Se un albero ha la fortuna di essere più bello e in salute non va ad insegnare agli altri alberi come si fa ad essere come lui, semplicemente è.

La Fonte della Saggezza degli Alberi,
canalizzata da Rabat

lunedì 31 luglio 2017

un altro mio video
canalizzazione in diretta, LE RELAZIONI
un mio video, canalizzazione in diretta, MESSAGGIO DALLE GUIDE PER TUTTI NOI

giovedì 27 luglio 2017

LA SAGGEZZA DEGLI ALBERI, messaggio per chi soffre, 24 luglio 2017, canalizzato da Rabat

-->


Carissimi amici,
molte cosi stanno accadendo in questo periodo, belle e brutte, ma la cosa che ancora riesce a stupirmi è la semplicità della Natura, del suo modo amorevole che ha per comunicare con me, con voi.
Mi aspettavo un messaggio da Esseri di chissà quale dimensione o pianeta e invece ho iniziato a parlare con gli alberi.
Come è stato grande il mio stupore nel constatare che ciò che ci serve lo abbiamo proprio a portata di mano, eppure ci costringiamo a cercare sempre nel cielo o molto in alto, dimenticandoci di chi abbiamo sotto i piedi, la nostra cara e amata Madre Terra.
Ecco io mi sono posta al servizio dei Deva, gli Spiriti della Natura, per raccogliere i loro messaggi e portarli a voi, se vi farà piacere leggerli, altrimenti va bene lo stesso, la mia pretesa non è impormi, sono semplicemente un canale, una donna semplice e comune.
Gli Alberi sono Spiriti antichi e saggi poiché l’energia che si tramandano è quella dei primi Alberi sulla Terra, il loro spirito si sposta da un albero all’altro proprio come fa la nostra anima nel corso delle vite ed è questo che ci accomuna, l’unica differenza è che loro la memoria la riportano di vita in vita mentre invece noi la perdiamo ad ogni incarnazione.
Non esiste una graduatoria di spiriti ma spiriti diversi in diverse dimensioni ed ognuno di essi è davvero unico e speciale, proprio come noi umani.
L’energia degli Alberi è potente tanto quanto quella degli Angeli, il loro dna eterico non smette mai di aggiornarsi ma la cosa che più mi ha colpito di loro è la semplicità di linguaggio che utilizzano per mandarci i messaggi.
Non utilizzano parole strane, new age o che tendono a fare colpo su chi ascolta, loro vogliono arrivare direttamente ai nostri cuori senza che la mente freni l’ascolto e per farlo serve davvero tanto, tanto Amore.
Non importa quale albero ascoltiamo, se giovane o vecchio poiché il loro dna eterico si trasmette a qualsiasi di essi.
Questi messaggi verranno raccolti con una dicitura particolare, per essere distinti dagli altri messaggi, poiché la mia energia è cambiata è arrivato il momento di cambiare anche il canale, questa nuova dicitura è: LA SAGGEZZA DEGLI ALBERI.
Grazie, Barbara.










LA SAGGEZZA DEGLI ALBERI, messaggio per chi soffre, 24 luglio 2017, canalizzato da Rabat

Carissimi alberi, sono qui davanti a voi con le lacrime agli occhi causate da una tristezza interiore dovuta alla mia sofferenza personale e anche collettiva, perché io e molti come me non riusciamo ad essere felici? Perché c’è sempre qualcosa che ostacola la mia/nostra felicità, la nostra salute?

Cara, dolce creatura, parliamo a te per parlare anche con chi ci sta leggendo.
Per cosa ti stai punendo?
Anzi, perché hai così paura che le cose possano andare bene anche per te?
Cosa ti trasmette il dolore, la malattia, la sofferenza?
Se ci pensi bene è una questione karmica, del tuo passato, la senti dentro ma non sai da dove provenga.
Hai scelto un corpo in questa incarnazione e debole o forte hai il dovere di amarlo.
Noi querce quando un ramo si secca lo stacchiamo di netto, ci auto amputiamo, tu perché non riesci a staccare certi rami?
Forse perché non vedi che sono secchi.
Questi rami sono: autocommiserazione, pietosismo, malattia, paura ecc. perché fin da piccola era l’unico modo che avevi per catturare l’attenzione.
Ma oggi non funziona più, la tua famiglia ti ama, tutti ti amano e lo farebbero ancora di più se tu ti amassi veramente.
A volte sono stanchi e si allontanano.
Noi querce siamo ferme, se arriva il vento ci pieghiamo.
A volte giungono scosse talmente forti che alcuni rami si spezzano, a volte anche il tronco cade.
Sai quale è la nostra forza?
Non siamo sole, ci sono altri alberi attorno a noi, ci sono altri Esseri e ci sosteniamo amorevolmente.
Questo accade perché l’albero singolo ha molto rispetto di se e di conseguenza ha imparato ad amarsi ed ama tutto ciò che lo circonda.
Tu fai la stessa cosa?
Ami te stessa?
Ami le persone attorno a te?
Se ogni volta che stai male o hai un problema ti arrabbi con te stessa o con chi ti è vicino non fai che avvelenarti.
Sarebbe come se noi querce ci arrabbiassimo con i rami che il vento spezza.
Il vostro vento sono i problemi, gli eventi, gli accadimenti, i traumi, ma non dovete arrendervi mai!
Dovete continuare a vivere, a crescere, a far sbocciare nuovi germogli ed amarli e curarli.
Perciò se un giorno vi trovaste a dover affrontare una tempesta, siate amorevoli con voi stessi e accettate che qualche ramo si spezzi.
È normale, come potrebbero crescere rami nuovi se i vecchi non lasciassero loro il posto?
Ecco allora che quando il vento della vita vi piega, non vi spezzate, tirate fuori tutto l’amore che avete!
Mettete in conto che dei rami potrebbero rompersi, ma siate sempre certi che Gaia, la Grande Madre vi nutre, vi protegge e vi accoglie.
Ora ciò che conta è solo il vostro intento, il vostro atteggiamento nei confronti di voi stessi.
Siate amorevoli con voi, pazienti, evitate parole negative, abbiate sempre fiducia e siate anche diligenti, portate avanti le vostre “battaglie” ma fate in modo che diventino viaggi e non più scontri.
La bellezza del viaggio non è la meta ma il viaggio stesso, lo avrete sentito dire spesso.
Anche se siamo sempre fermi noi alberi in realtà viaggiamo molto, la nostra energia si sposta, sia attraverso le radici che attraverso le fronde.
Rafforzate le vostre radici così che le vostre fronde rinvigoriscano, amatevi, curatevi ed accettate qualsiasi evento vi capiti perché così avrete la forza necessaria per proseguire, dovete solo crederci!


sabato 29 agosto 2015

Suggerimenti per chi soffre dal grande Popolo dei Deva, le Streghe Bianche.



Suggerimenti per chi soffre dal grande Popolo dei Deva, le Streghe Bianche.

Una sera in preda all’angoscia per il mio stato di salute che fatica a migliorare, ho sentito una forte voce (forte nel senso insistente) che mi sussurrava di prendere il mio quaderno ed iniziare a scrivere.
Ho obbedito e con carta e penna ho iniziato a canalizzare l’energia delle Streghe Bianche, quelle che fanno parte del grande popolo dei Deva.
Sono molto discrete, mi hanno chiesto se ero disposta ad ascoltarle perché loro non volevano impormi proprio nulla.
Certo che si, l’amore che percepivo era intenso e profondo ed ero interessata a conoscere la motivazione del loro intervento.
Ho deciso di condividere con voi le loro informazioni, le prime di una lunga serie, spero.
Leggetele come se fossero rivolte a voi perché in fondo lo sono, non sono mio patrimonio personale.

Cara Rabat, dal dolce letto delle streghe al dolce letto di casa tua Barbara.
Se vuoi davvero guarire devi innanzitutto innamorarti.
Si hai capito bene, innamorarti di te stessa così che gli altri vengano attirati dalla tua luce, come fanno le falene e saranno persone bellissime, luminose e vi arricchirete a vicenda e non sarete più sole.
Prima però devi amarti davvero, eseguire dei riti Sacri quotidiani che ti elencheremo di seguito.
Vuoi entrare con noi in questo fantastico mondo?
Noi siamo parte dei Deva, spiriti buoni della Natura, se ascolti con il tuo cuore puoi avvertire dentro di te le nostre frequenze d’Amore.
Non ti chiediamo nulla in cambio, solo di amarti perché più Amore arriva nel mondo più Amore si espande nell’etere e l’oscurità sparisce da ogni dimensione.
Noi siamo Deva e traiamo beneficio dalla Natura, poiché in essa c’è tutto quello che può servire.
Stanotte benediciamo le tue erbe (stavo tenendo la mia cura nuova di erbe sotto le querce per energizzarle e purificarle) e da domani puoi iniziare a prenderle partendo da un quarto della dose prescritta, poi aumenterai ma sei talmente sensibile che ti basterà poco.
Ecco gli accorgimenti quotidiani da attuare:

1-    ogni mattina appena apri gli occhi, e ancora prima, ringrazia Dio perché ti porterà l’Amore nell’arco della giornata.
2-    Esegui il radicamento con Madre Terra e Padre Cielo.
3-    Esegui i tuoi esercizi fisici in assoluto Amore e rispetto verso te stessa, verso il tuo tempio che è il tuo corpo.
4-    Quando ti trucchi o metti creme chiedi alla Madre di mettere energia nelle tue mani e nei prodotti che utilizzi.
5-    Quando mangi benedici il cibo e ringrazialo e chiedi al tuo sacro Corpo e alla tua sacra Mente di accettarlo, trasformarlo in energia, come fosse un dono immenso.
6-    Cerca di portare con te dei cristalli, degli oggetti, degli amuleti e prima di indossarli recita il Padre Nostro e chiedi che ti aiutino ad allontanare le ombre tue e degli altri con cui verrai a contatto.
7-    Indossa gli abiti migliori che hai perché ogni giorno è da celebrare, come se andassi a nozze o fossi la sposa, perché il tuo corpo è sacro.
8-    Quando ti prendi cura della tua pelle ringraziala perché ti protegge.
9-    Fai più auto massaggi che puoi per sgonfiarti dalle tossine energetiche e fisiche e fallo con tanto Amore, come se massaggiassi un neonato.
10- Tieni sempre della salvia secca con un po’ di sale all’interno di ciotoline che avrai cura di spargere per la casa. Esse assorbiranno l’energia ristagnante.
11- Non pronunciare mai e poi mai frasi negative nei confronti di te stessa e degli altri, col tempo imparerai anche a non pensarle.
12- Cerca sempre di trovare qualcosa di positivo in te, ogni giorno e annotalo su un quaderno.
13- Fai la stessa cosa con le persone. Ogni giorno trova qualcosa di positivo in qualcuno.
14- Abbi cura dei tuoi ANIMAli perché loro sono Deva mandati per proteggerti e accudirti.
15- Quando puoi utilizza incenso al sandalo o salvia secca bruciandola, terrà lontane le energie oscure.
16- Accendi ogni giorno una candela con l’intento di guarire e proteggere te e la tua famiglia.
17- Quando il tuo corpo ti tradisce e senti che stai male, trattalo come un monumento, lascia tutto, sdraiati, coccolalo e prestagli attenzioni.
18- Quando senti che la tristezza ti assale vai davanti allo specchio e sorridi. Sorridi a te stessa anche se hai le lacrime agli occhi.
19- Non desiderare mai più la morte perché ogni volta ti avvicini ad essa di un passo e non è ancora ora che tu parta.
20- Quando sarai centrata in te stessa e nell’Amore avrai chiaro anche cosa “farai da grande”.
21- Medita, possibilmente meditazioni guidate (Io uso quelle di Silvia Galimberti), ogni giorno, con costanza.
22- Quando ti fanno male le gambe pensa ad un albero le cui radici sono uscite dal terreno, immagina di farle affondare bene nella terra, manda loro acqua e luce rossa, non usare parole negative.
23- Ricorda che ogni parola negativa che usi su te stessa fa soffrire la grande Madre Terra.
24- Quando la paura ti prende fermati e respira, respira bene, cerca di fare tre bei respiri profondi ogni ora.
25- Ricorda Rabat, AMORE in ogni cosa!
26- Se ti arriva un pensiero negativo pensa che non è tuo, ripeti quel pensiero al suo opposto così si annulla.
27- Considera questo un periodo di riposo e di ripresa e non pretendere nulla da te stessa. Per ora è così ma le cose cambieranno.

Sei su questa Terra per apprendere, per elargire i tuoi doni che potranno riaffiorare solo quando tu lo accetterai.
Ricorda che la tua famiglia è venuta a te proprio per aiutarti, c’è un accordo tra anime, smettila di farli soffrire, li indebolisci.
Smetti di lamentarti con loro, ogni volta uccidi una loro parte.
Ti arriveranno dei suggerimenti, apri le tue percezioni.
Noi siamo sempre accanto a te, solo se lo accetterai e ti proteggeremo.
Non pensare più ad esseri cattivi, gli Esseri di Luce sono più potenti, sei tu che scegli a quali dare il potere, a seconda di dove sposti la tua attenzione.
Seda la tua mente e poniti in ascolto di te stessa, amati, fai l’amore con te e pensa positivo.
Solo così potrai guarire, altrimenti sarà sempre peggio.
Hai ancora tanto da scoprire, da fare, ti aspetta ancora il meglio della vita.
Hai solo paura di vivere, hai perso l’Amore per te.
Le Streghe Bianche, popolo dei Deva.